Cuneo: Pitbull azzanna bambino di nove anni ed il vicino uccide il cane. Ira degli animalisti.

Gli animalisti chiedono la condanna dell’uomo che ha ucciso l’animale.

Pitbull-attack

Cari amici, 
un bambino di 9 anni è stato azzannato al volto da un grosso PitBull sfuggito al padrone. E’ successo a Mercogliano, in un giardino privato dove il bimbo stava giocando a pallone con alcuni amichetti. Il cane, senza alcun motivo apparente, si è lanciato contro di lui e lo ha azzannato alle gambe. 

La madre ha cercato di liberarlo dal cane che, però, ha azzannato anche lei. Un vicino di casa, richiamato dalle urla, è intervenuto e con un forcone ha colpito più volte l’animale uccidendolo.

Madre e figlio sono stati trasportati al pronto soccorso: al bambino sono stati apposti 50 punti di sutura. 

Nel tardo pomeriggio alcune associazioni animaliste hanno protestato davanti al condominio. Questi ultimi hanno chiesto la condanna dell’uomo che ha ucciso il cane con ferocia. 

Paolo Altammurra spiega:

“Possiamo comprendere la paura, ma perché uccidere con ferocia un cane? Magari avrebbe potuto colpirlo e ferirlo ma perché ucciderlo? A mio parere c’è stato un eccesso di zelo nell’autodifesa”.

Per l’Avvocato dell’uomo non ci sono dubbi: 

“la reazione del mio assistito è comprensibile. Ha visto quel cane accanirsi contro un bambino ed è intervenuto in difesa di quest’ultimo e della madre. Se non interveniva a lasciarci la pelle sarebbe stato lo stesso bambino”.

La domanda sorge spontanea: si è trattato di legittima difesa o di un eccesso di legittima difesa?

Andrea Mavilla

Comments

comments