“NON CHIAMATE MIO FIGLIO ASSASSINO”. Parla il padre di Manuel Sartori.

“Erano amici speciali, si conoscevano da bambini, stavano molto insieme; secondo me Riccardo riccattava mio figlio, forse gli ha detto: se non mi ammazzi i genitori non ti dò i soldi. Non so per cosa.

suewhite16

Cari amici,
ha deciso di rompere il silenzio il padre di Manuel Sartori, il 16enne fermato con l’amico Riccardo Vincelli (15 anni) per l’omicidio di Nunzia e Salvatore, genitori di quest’ultimo.

È stato lui a vederli poco dopo la carneficina all’alba di martedì. È stato lui a vederli poco prima che lasciassero la Caserma dei Carabinieri e raggiungessero il carcere minorile di Bologna, dove sono attualmente detenuti. 

Manuel e Riccardo erano amici speciali, si conoscevano da quando erano bambini, stavano sempre insieme; secondo me Riccardo ha ricattato mio figlio, forse gli ha detto: “se non mi ammazzi i genitori non ti darò più soldi”.

Mio figlio non è un assassino. Anzi, è un ragazzo modello che non ha mai creato problemi in famiglia. Non so cosa sia realmente accaduto quella notte ma sono convinto che dietro c’è qualcos’altro.

La notte del delitto – racconta il padre di Manuel – mi aveva detto che era andato a dormire a casa di Riccardo e insieme sono rientrati, qui nella nostra casa, alle 5.30 del mattino; era bianco in faccia, aveva la febbre, così gli ho dato una tachipirina e sono andato a letto. 

La mattina quando sono andato a svegliare l’altro mio figlio ho trovato che dormivano nella stessa camera, lui e Riccardo.

Riccardo ha mangiato con noi a pranzo. Erano tutti e due tranquilli, hanno mangiato pasta in bianco, poi Riccardo è andato a casa. Alle 17 mio figlio è rientrato a casa e ci ha dato la brutta notizia: piangeva e diceva “Hanno ucciso i genitori di Riccardo”.

La gente che commenta questo episodio dice tante baggianate ma la verità la sappiamo solo noi. Nostro figlio si è già pentito, non lo abbandoneremo mai, quello che deve essere sarà. Ora vogliamo solo un pochino di silenzio.

Andrea Mavilla

Comments

comments