Napoli: “DACCI 50 EURO E NON TI FACCIAMO IL VERBALE”. Poliziotti sospesi dal servizio.

La denuncia di un imprenditore che ha raccontato di essere vittima di continue richieste di denaro

Cari amici,
poche ore fa, tredici Agenti della Polizia Stradale di Napoli sono stati “sospesi dal servizio” dopo la denuncia di numerosi automobilisti.

Secondo quanto emerso, i tredici Agenti di Polizia, intimorivano i fermati per un controllo stradale, contestando vere o presunte infrazioni al Codice della stradain maniera tale – ha spiegato il procuratore della Repubblica di Nola, Paolo Mancuso – da riuscire ad ottenere un assoggettamento psicologico delle vittime inducendole infine a fornire loro somme di denaro”.

I reati a loro contestati sono: concussione, induzione indebita a dare o promettere utilità, abuso d’ufficio, falsità ideologica commessa da pubblici ufficiali in atti pubblici, simulazione di reato e danneggiamento aggravato.

Gli agenti sospesi dal servizio sono: Vincenzo Caianiello, di 57 anni; Corrado Mazzarelli, 54; Giuseppe Moramarco, 52; Lucio Papa, 47; Alfonso Esposito, 52; Pasquale Golino, 55; Giuseppe Vallone, 41; Giovanni Laezza, 44; Gennaro Santillo, 45; Antonio Pezzella, 42; Salvatore Di Biase, 41; Federico Nisi, 42, e Massino Giuseppe Minicozzi, di 46.


D’altronde, sono centinaia i casi in cui poliziotti – inquisiti, condannati e poi arrestati per svariati reati – non solo non sono stati rimossi dal servizio, ma in certi casi han fatto addirittura carriera.

Andrea Mavilla

Comments

comments