Fabrizio Corona: scatterà il mandato d’arresto. La polizia lo sta cercando.

Il decreto di sequestro preventivo, al momento, non comporta la revoca della libertà e il ritorno in carcere di Corona su cui eventualmente dovrà pronunciarsi il tribunale di Sorveglianza.

28 Luglio 2012 Vittoria Apuana (MS): Fabrizio Corona è stato fermato in Versilia mentre era a bordo di un'auto in compagnia di un amica lungo il viale a mare che da Massa porta verso Vittoria Apuana. Copyright Toscana S.A. Esclusivo

Cari amici,
è durata poco la libertà “vigilata” di Fabrizio Corona. Lo scorso 27 ottobre, l’ex agente fotografico, prima scarcerato dopo due anni e mezzo di detenzione e poi affidato alla comunità di Don Mazzi, è potuto tornare a vivere nella sua casa a Milano perché ha ottenuto l’affidamento in prova “sul territorio”.

Lo scorso luglio, poi, è stato anche ‘ammonito‘ dal giudice del Tribunale di Sorveglianza Giovanna De Rosa per una vacanza a Capri non autorizzata, con tanto di foto hot su uno yacht pubblicate sulle riviste di gossip. Tanto che il giudice ha stabilito una restrizione sulle prescrizioni dell’affidamento.
Schermata 2016-06-03 alle 16.49.50
Poche ore fa, però, la sezione misure di prevenzione del tribunale di Milano ha sequestrato – accogliendo la richiesta del PM Alessandra Dolci e del procuratore aggiunto Ilda Boccassini 1,7 milioni di euro a Fabrizio Corona. Il sequestro, da quanto si è saputo, riguarderebbe presunti soldi “in nero” dell’ex fotografo dei famosi. La decisione è stata presa sulla base della sua “pericolosità sociale” di Corona.

Il denaro trovato nella disponibilità di Corona si riferiscono a pagamenti in contanti ricevuti quest’anno dall’ex agente fotografico, che è in affidamento in prova ai servizi sociali, da parte di discoteche e altri locali notturni.

La somma è stata trovata in contanti all’interno di un pacchetto nascosto nel controsoffitto dell’immobile di un uomo ritenuto l’amministratore di fatto di una sua società. Il decreto di sequestro preventivo, al momento, non comporta la revoca della libertà e il ritorno in carcere di Corona su cui eventualmente dovrà pronunciarsi il tribunale di Sorveglianza. 

Il provvedimento di sequestro verrà discusso in un’udienza fissata il 24 gennaio.

La nuova tegola arriva giusto pochi giorni dopo la fine dell’incubo del carcere per Corona. Il gip Ambrogio Moccia aveva deciso, infatti, può continuare a scontare il cumulo di pene residuo (poco più di cinque anni), in affidamento in prova ai servizi sociali.

Andrea Mavilla

Comments

comments